Grottaglie ha conferito la cittadinanza onoraria a S. Annibale

E’ venuto a Grottaglie centodieci anni fa, è ritornato con la reliquia del Suo cuore incorrotto nell’anno 2005, è stato presente in spirito con il suo messaggio di carità il 14 novembre u. s. nella Parrocchia Maria Ss. del Rosario. Grazie al generoso contributo di parole e musica armonicamente distribuite in un fitto programma di tante interessanti relazioni ed interventi che si sono susseguiti senza alcuna sovrapposizione e stemperate da due stupende esecuzioni musico-canore, che hanno interessato tanti devoti ed amici di Sant’Annibale, intervenuti numerosi alla commemorazione. 

Nello svolgimento del programma sono stati messi in risalto le virtù religiose e i grandi meriti sociali di Sant’Annibale. Di tutto ciò va reso merito al parroco don Luca Lorusso, che ha patrocinato la manifestazione, alla prof.ssa Betti Dubla, assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura del Comune di Grottaglie che, in apertura, ha letto la delibera comunale del 27 aprile 2005 con cui fu conferita a Sant’Annibale la Cittadinanza Onoraria, al maestro Nunzio Dello Iacovo che ha accompagnato all’organo il soprano Angela Kiss che, in apertura, ha eseguito il mottetto “Exultate Jubilate” K 165 di W. A. Mozart e, a chiusura della manifestazione, l’Ave Maria di Bach-Gounod, al prof. Lucio Tilli ed al dott. Fernando Fabietti, che hanno alternativamente conversato sulla vita e sulle opere di Sant’Annibale, al sacerdote rogazionista padre Paolo Galioto che ha ampiamente parlato della profonda spiritualità del Santo, alla brillante lettura della poesia “Io l’amo i miei bambini” composta dal Santo e declamata dall’avv. Ettore Mirelli, al prof. Antonio Zinzanella che ha parlato della santità di Sant’Annibale. Il programma, organizzato dal prof. Lucio Tilli, è stato magistralmente presentato dalla prof.ssa Maria Pia Ettorre (prof. Lucio Tilli). 

Adif Grottaglie 1

Adif Grottaglie 2

Adif Grottaglie 4

Adif Grottaglie 5